Lastre endorali: piccole ma precise
4 Giugno 2016
Paure addio!
4 Giugno 2016
Show all

TC Denta-scan 3D cone-beam

Radiodiagnostica d’avanguardia per un’acquisizione dati tridimensionale

Anche il prezioso Denta-scan rientra nella dotazione di strumenti diagnostici all’avanguardia a disposizione del nostro staff medico per le proprie diagnosi o a beneficio di quanti, da esterni, si rivolgano a noi per eseguirlo. Il Denta-scan è una tecnica radiologica che, partendo dal principio della T.A.C., ricostruisce tridimensionalmente le strutture ossee mascellari permettendo di valutarle qualitativamente e quantitativamente a fini implantoprotesici, sia in caso di riabilitazione tradizionale che avanzata. Questo modernissimo esame è in grado di evidenziare con massima precisione le caratteristiche anatomiche e topografiche dell’osso rilevando perfino le infiammazioni più lievi del canale mandibolare e restituendo immagini tridimensionali delle arcate dentarie molto dettagliate e di qualità elevata, soprattutto rispetto alle normali radiografie. Tali capacità lo rendono lo strumento migliore per diagnosticare le cause di una sofferenza dei seni mascellari (sinusopatia mascellare), la presenza di fistole oro-antrali e le anomalie dentarie (denti soprannumerari, inclusi, etc.). Da qui il suo essere fondamentale in ogni studio antecedente un intervento chirurgico.

Il software, su un piano curvilineo basato sull’asse lungo i mascellari, acquisisce in simultanea, e successivamente elabora, le immagini derivanti dai 3 piani che danno dimensione al corpo:

– assiale (Transaxial)

– sagittale obliquo perpendicolare (Cross-sectional)

– e coronale similpanoramico (Panorex)

Le ricostruzioni Denta-scan

– dell’arcata dentaria superiore (coronali) offrono preziose informazioni sui denti, i processi alveolari, i seni mascellari e le fosse nasali;

– sagittali oblique riguardano lo sviluppo morfologico dei processi alveolari (soprattutto di struttura, spessore e altezza della corticale e della spongiosa) ed il decorso del canale naso-palatino;

– dell’arcata dentaria inferiore mostrano la branca orizzontale, la regione mentoniera, i processi alveolari, il canale mandibolare e quello mentoniero con tutte le connessioni e le eventuali anomalie.

L’acquisizione per ogni singola arcata dura solo pochi secondi e può essere facilitata facendo indossare al paziente, che deve restare completamente immobile, un distanziatore interdentario o una mascherina in resina con reperi radiopachi. L’emissione pulsata di raggi X permette l’uso di dosi di radiazioni estremamente ridotte, ugualmente da evitare in caso di gravidanza che va assolutamente segnalata al nostro personale. Tuttavia per i bambini i protocolli specifici prevedono dosaggi ulteriormente ridotti. Anche il servizio di denta-scan è fruibile da persone non “pazienti” delle nostre strutture.