Sbiancamento dei denti: quanto dura l’effetto? E’ dannoso?
4 Giugno 2016
Antibiotici: quando e perché vengono consigliati?
4 Giugno 2016
Show all

Protesi: soluzioni possibili

Mobile o fissa? Come bloccarla? Come ridurne l’ingombro?

E’ possibile ripristinare la funzionalità masticatoria in un soggetto privo di denti, parzialmente o totalmente, attraverso la realizzazione di protesi mobili o fisse.

Le protesi mobili, parziali o totali in resina (o con un’armatura di rinforzo all’interno dette protesi scheletrate o direttamente scheletrati), costituiscono una valida soluzione per i pazienti che presentino particolari caratteristiche anatomiche e ossee, necessitino di velocizzare i tempi di lavorazione e desiderino contenere i costi ottenendo comunque un prodotto riabilitativo soddisfacente.

Tuttavia questo genere di protesi può causare alcune difficoltà, sia a livello di dizione che di masticazione, sia anche a livello pratico necessitando di una certa manutenzione da parte dell’utilizzatore, tanto più scomoda da svolgere quanto più il soggetto è anziano. Molti prodotti, studiati appositamente, permettono di ridurre problematiche ed effetti indesiderati da essa derivanti, tuttavia la protesi mobile può talvolta essere avvertita come un handicap sia nei rapporti con gli altri che nella propria quotidianità.

Oggi, grazie al progresso medico-scientifico e all’innovazione tecnologica, è possibile offrire svariate alternative capaci di riabilitare la bocca funzionalmente, a tutto vantaggio di naturalezza e comfort e quindi di una migliore qualità della vita. Infatti, previo esame Tc dentascan 3D, si può verificare la qualità e la quantità di osso del paziente (incrementabile con varie tecniche ad esclusiva discrezione dell’implantologo che dovrà valutarle) per capire se si può procedere all’inserimento di impianti finalizzato al bloccaggio della protesi.

In tal caso la protesioverdenture“, pur presentando dimensioni ed ingombro sul palato estremamente ridotti, garantisce una maggiore stabilità rispetto alla protesi totale classica in quanto l’ancoraggio agli impianti assicura un’ottima ritenzione permettendo la masticazione di tutti i tipi di cibo senza problemi di spostamenti inopportuni ed imbarazzanti. Un’ulteriore possibilità riabilitativa è quella di fissare degli elementi dentali singoli o molteplici (ponti o intere arcate) direttamente sugli impianti rimpiazzando parte o tutta la dentatura (Toronto bridge) e lasciando totalmente libero il palato a beneficio di una maggiore comodità e della veridicità del sorriso.

Per il paziente che sceglie questa soluzione sarà esattamente come riavere i propri denti naturali: l’unica accortezza richiesta è di lavarli regolarmente e diligentemente.

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, a trarre i maggiori benefici da queste tecniche innovative sono le persone in età più avanzata che si vedono sollevati da incombenze e difficoltà di vario genere.

Contatta uno dei nostri centri per avere maggiori informazioni ed un preventivo gratuito!