Apparecchio per bambini: quando, che tipo e per quanto tempo

Con certe malattie e farmaci, si possono eseguire ugualmente le cure dentistiche?
4 Giugno 2016
Siamo sempre noi? Certo!
4 Giugno 2016
Show all

Apparecchio per bambini: quando, che tipo e per quanto tempo

Le risposte dello specialista

1. A quale età ci si rivolge all’ortodontista?
Se non ci sono particolari problemi scheletrici, ad esempio mento prominente, o molto “sfuggente”, l’età di 8/9 anni è quella ideale.

2. Per escludere questi particolari problemi ossei, si deve sottoporre il bambino a qualche indagine specifica?
E’ sufficiente la visita dello specialista, eventualmente integrata da un semplice esame radiografico.

3. Che differenza esiste fra la terapia mobile e quella fissa?
La mobile si attua con l’impiego di dispositivi amovibili che il paziente deve mantenere in bocca secondo le prescrizioni del medico, la fissa si cementa direttamente su ogni elemento dentale e si modifica e si attiva ad ogni seduta di terapia.

4. La scelta del mobile o fisso può essere condivisa dal paziente?
In alcuni casi può essere stabilita insieme, ma in linea di massima essa risulta obbligata perché i limiti delle relative indicazioni sono abbastanza rigorosi.

5. La mobile richiede l’impiego tutto il giorno ed in particolare durante l’attività scolastica?
Gli apparecchi mobili presentano attualmente un comfort notevole per cui non è mai un problema indossarlo anche nelle ore scolastiche. Comunque non si richiede più di 6/8 ore di impiego durante il giorno.

6. Quanto dura mediamente una terapia ortodontica?
Mediamente nel bambino la durata della terapia varia dai 3 ai 6 semestri. Nell’adulto invece è molto più variabile ma solitamente è più breve.

7. Nell’adulto, la terapia è solo fissa?
In linea di massima si, ma in certi casi si possono abbinare entrambe contemporaneamente.

8. Cosa si intende per apparecchio estetico?
Il mobile è generalmente assai rispettoso dell’estetica perché si colloca nella parte palatale (interna) della bocca e poi si può togliere in qualsiasi momento del giorno. Nella fissa, estetica si riferisce all’impiego di brackets non metallici ma trasparenti, di ceramica o di zaffiro.

9. Che caratteristiche ha l’apparecchio invisibile tipo Invisalign?
E’ una metodica di ultima generazione ma ormai sufficientemente consolidata e si rivolge a chi non sopporta, per varie ragioni, l’impiego di un apparecchio fisso. L’indicazione presenta ovviamente dei limiti, i quali però risultano progressivamente meno evidenti.

10. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa tecnica?
I vantaggi sono naturalmente quelli estetici e quelli riferiti all’igiene quotidiana, gli svantaggi sono quelli relativi ai maggiori costi ed alla maggiore durata della terapia. Inoltre, l’impiego di questa tecnica riduce al minimo gli effetti collaterali potenzialmente negativi dell’ortodonzia fissa.